Pebble Core: tutto quello che dovete sapere

Pebble Core

Dei tre dispositivi presentati nella nuova campagna KickStarter è forse quello che ha destato più curiosità. Nato per soddisfare più di un’esigenza, si rivolge a categorie di persone diverse. Ma esattamente cos’è Pebble Core e a cosa serve? Cerchiamo di capirlo insieme.

Quando si sente il nome di Pebble solitamente si immagina uno smartwatch e-ink con una grande durata della batteria e la compatibilità con iOS e Android. Il nuovo Pebble Core non è senz’altro un orologio e non ha nemmeno uno schermo. Per cui??

Pebble Core

Il Core è un dispositivo autonomo progettato per sostituire lo smartphone in determinate occasioni, o per specifici usi. Un dispositivo leggero e indossabile, con la sua apposita clip, e proposto a un prezzo più che accettabile. La campagna KickStarter sottolinea più volte la sua vocazione sportiva, soprattutto perché le caratteristiche peculiari di Core si sposano molto bene con le attività fitness e in generale con la corsa e gli sporta all’aria aperta:

  • E’ presente un jack cuffie da 3.5 mm. per ascoltare musica
  • Consente l’accesso all’account Spotify
  • Ha il GPS integrato e può tracciare precisamente il percorso fatto
  • Si sincronizza in automatico con le maggiori piattaforme fitness
  • Può inviare un messaggio SOS in automatico con la posizione
  • Ha la ricarica wireless
  • Ha 4Gb di sorage

Pebble Core

Pensato per aiutarvi a lasciare a casa lo smarphone ha logicamente la capacità di agganciare il Pebble che avete al polso anche se al momento con alcune importanti limitazioni. Non c’è infatti modo di effettuare chiamate (nonostante la presenza del jack audio) e l’interessante presenza dello slot per la sim ci regala il 3G per il solo ed esclusivo uso con Spotify e alcune altre cosucce. Ma attenzione che il secondo gruppo di persone al quale è indirizzato è quello dei programmatori. Non dimentichiamoci che all’interno di Pebble Core gira un Android, con tutto quello che ne consegue e che a breve verrà rilasciato un SDK per poterlo programmare. Per cui potremmo immaginare un grande percorso di crescita per questo piccolo dispositivo per il quale potranno essere create applicazioni specifiche e a questo proposito  Pebble fa logicamente leva sulla sua grande community di programmatori dalla quale evidentemente si aspetta molto.

Pebble Core

Oltre a quanto già menzionato, in merito alla dotazione hardware, saranno presenti anche due pulsanti programmabili e una porta di espansione hardware ancora un po’ misteriosa nelle sue caratteristiche. Insomma, un dispositivo al momento ancora abbastanza grezzo ma molto interessante, con una grande potenzialità. Il costo per farsene arrivare uno a casa è basso (adesso sulla pagina KickStarter è a 79€) e sono convinto che saprà regalare molte soddisfazioni.

Fonte: techradar.com

Fonte immagini: TheVerge e cnet.com

Pebble Core: tutto quello che dovete sapere
4.18 (83.64%) 22 votes
Pebble Core: tutto quello che dovete sapere ultima modifica: 2016-05-27T18:02:55+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -