Jarv Elite Fitness Band, la recensione

Jarv Elite Fitness Band

Jarv Elite

50
Jarv Elite
8.1

Materiali e costruzione

9/10

    Display

    8/10

      Batteria

      9/10

        SO e companion app

        9/10

          Rapporto qualità/prezzo

          7/10

            Cosa mi piace

            • Sensore UV
            • Companion app
            • Peso e ingombro
            • Resistenza all'acqua

            Cosa non mi piace

            • Contapassi non preciso
            • Display poco visibile al sole

            Jarv Elite Fitness Band è una smartband che sorprende per la facilità di utilizzo e per dimensioni e peso davvero da primato. La accompagna una companion app finalmente ben realizzata e completamente in italiano, scopriamo insieme come funziona nella nostra recensione.

             

            jarv-elite-smartband-09

            Il mercato degli indossabili si fa sempre più ricco come offerta ed è sempre più variegato. Jarv Elite è un pò fuori dalle rotte solite, infatti non è possibile procurarsi un esemplare acquistandolo dagli stores dai quali siamo soliti fornirci. E’ infatti un prodotto americano e dovremo ricorrere ad Amazon (dove però il prezzo è leggermente più alto) oppure eBay dove potremo trovare le migliori occasioni. Personalmente è questa seconda strada che ho battuto e questa piccola smartband è arrivata dagli Stati Uniti, acquistata proprio da uno store di eBay. Prezzo comprensivo di spedizione circa 40€.

            Jarv Elite Fitness Band

            Ha subito rivelato caratteristiche interessanti, a partire dalla dotazione. Arriva infatti in un classico box da scaffale contenente il corpo della smartband, il piccolo e pratico cradle per la ricarica e tre diverse band in gomma per allacciarla al polso, di colore arancio, grigio/blu e nero. Il corpo della smartband è leggerissimo, davvero solo pochi grammi, il disegno generale è leggermente curvo e sulla parte superiore è ospitato anche un piccolo tasto fisico, con un buon feedback alla pressione. Alla prima accensione ha immediatamente eseguito un aggiornamento del firmware per cui quello testato è l’ultimo rilasciato dal produttore.

            Questo slideshow richiede JavaScript.

            Uno degli elementi migliori è rappresentato indubbiamente dalla companion app (badge di seguito) che tra le altre cose è localizzata in un perfetto italiano. Mostra tutte le attività della giornata, raggruppate anche per settimane e mesi, compreso il monitor del sonno. Proprio su questo aprirei la prima parentesi. Non è completamente automatico nella rilevazione anche se c’è modo di indicare sulla app una finestra temporale per le ore di sonno. Non dovremo necessariamente rispettarla, semplicemente Jarv Elite si metterà in attesa e comincerà a seguire il nostro sonno in maniera precisa una volta a letto. In alternativa potremo attivare la modalità sonno direttamente dalla smartband, selezionando l’iconcina apposita.

            i-gotU Life
            Developer: Mobile Action
            Price: Free

            Anche il sensore UV integrato sulla band funziona molto bene, restituendo dati veritieri e attendibili sul grado di esposizione solare, informandoci relativamente alle protezioni da adottare (anche il grado di schermatura della crema solare!) e per quanto potremo stare esposti, oltre all’abbigliamento più adatto (occhiali, cappellino, ombrello). Il conteggio dei passi invece sovrastima l’attività fatta anche se è risultato molto preciso nella cronologia, esponendo i dati perfettamente all’interno della app. Attenzione perché è prevista l’esportazione verso Google Fit, potrete perciò utilizzare tutti gli strumenti di analisi presenti nella dashboard on line della gestione attività di Google.

            Il piccolo display OLED di cui è dotata ha il limite di non poter mostrare le informazioni in verticale, modalità che personalmente preferisco. Potremo solo avere le due differenti rotazioni orizzontali, utili per alternare braccio destro e sinistro. Ultima annotazione hardware riguarda il bluetooth 4.0 che ha un range di funzionamento piuttosto limitato. Basterà allontanarsi di qualche metro per perdere la connessione, questa verrà ripristinata immediatamente quando torneremo ad avvicinarci allo smartphone. In realtà questo non è un aspetto totalmente negativo. La modalità anti lost è infatti immediata e molto affidabile, cosa che per esempio con Pebble non avviene (la disconnessione è segnalata sempre con notevole ritardo).

            Lato notifiche non dovremo scendere a compromessi, possiamo ricevere ogni genere di avviso dallo smartphone, chiamate comprese e l’avviso con la vibrazione è ben modulato e avvertibile.

            Jarv Elite Fitness Band

            Jarv Elite smartband, conclusioni

            Jarv Elite si è rivelata un’ottima smartband, anche se essenziale. Non è infatti presente il sensore cardio ne altro hardware particolare ma non se ne sente troppo la mancanza. E’ invece interessante e utile il sensore UV perché da una valutazione immediata dell’esposizione solare e con una buona approssimazione. L’autonomia sfiora i 10 giorni, la resistenza all’acqua è sufficiente per l’uso di tutti i giorni (doccia e piscina) e il display è ben leggibile in quasi tutte le condizioni di luce (essendo OLED patisce logicamente la luce diretta del sole). Insomma, grazie a una bella app che lo accompagna, risulta essere una delle più valide smartband in questa fascia di prezzo e i successivi aggiornamenti del suo firmware potranno migliorarne ulteriormente le caratteristiche. Sicuramente è da prendere in considerazione e da questa recensione esce sicuramente promossa!

            Vota questo post
            Jarv Elite Fitness Band, la recensione ultima modifica: 2016-06-14T12:51:29+00:00 da Stefano Ratto

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

            Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -