Amazfit Sport Watch

Rilasciata AmazIT 1.2.15h, la prima ROM italiana per Amazfit Sport Watch

Amazfit Watch Sport (o Amazfit Pace, se volete) si veste con il tricolore e adotta una ROM completamente in italiano, merito del pregevole lavoro di Nicola Sagliano e del supporto incondizionato di una community sempre più vasta.

La premessa è più che doverosa e sicuramente interessante dal punto di vista social tanto da creare un precedente inedito e particolare. E’ la prima volta infatti che i contenuti software di un indossabile vengono modificati in modo sostanziale, avvicinandosi a quanto viene fatto ormai da tempo per gli smartphone. Questo grazie innanzitutto alla presenza di un sistema aperto basato su Android (anche se poi come vedremo Amazfit è corsa ai ripari) ma, come dicevo all’inizio, soprattutto all’importante lavoro di Nicola Sagliano che ha decisamente preso a cuore le sorti del nostro amato smartwatch ed è arrivato nei giorni scorsi a rilasciare la prima ROM custom condividendola con una community che al momento conta già più di 3000 membri.

Amazfit Sport Watch

I numeri potrebbero sembrare piccoli ma non lo sono, consideriamo sempre che Amazfit ha debuttato sul mercato alla fine dell’estate 2016, disponibile esclusivamente in lingua cinese e ad appannaggio esclusivo  dei residenti nel grande paese del Dragone. L’indubbia qualità costruttiva, i contenuti hardware di fascia alta e un OS decisamente interessante nell’interfaccia (anche se inizialmente poco comprensibile nei contenuti) lo trasformano velocemente in un best buy che fa presto a superare i confini del paese natale. La versione Amazfit Pace, riservata al mercato statunitense, approva in tempi piuttosto brevi oltreoceano e comincia a camminare con le sue gambe (anche se con qualche polemica).

Leggi anche: Amazfit Sport Watch (Amazfit Pace), la recensione [OS Italiano]

La versione cinese subisce un primo ricondizionamento e una parziale traduzione (inizialmente solo all’inglese) e i continui e costanti aggiornamenti e rilasci di firmware da parte della casa madre facilitano il compito e rendono sempre più interessante uno smartwatch che comincia a farsi notare un po’ ovunque, soprattutto sulle pagine del famoso forum XDA Developer e, da noi, principalmente all’interno delle bacheche di Facebook.

Amazfit Sport Watch

Si va avanti per un po’ così, inseguendo di volta in volta i rilasci ufficiali fino a che, purtroppo, Huami decide di rendere inaccessibile la partizione di bootloader impedendo l’adozione di ROM differenti da quella ufficiale. I fortunati che hanno fermato gli aggiornamenti OTA in tempo, senza infrangere l’incantesimo (di un sistema ancora open), possono proseguire a divertirsi nel caricare le ROM custom che Nicola Sagliano, instancabilmente, mette a disposizione di tutti. Fino a ieri, quando dopo un intenso lavoro, vede finalmente la luce  AmazIT 1.2.15h, prima versione interamente italiana del nuovo corso. Nel futuro sono previsti altri importanti sviluppi, come gli aggiornamenti OTA direttamente della ROM custom, nuovi menu e funzionalità e logicamente traduzioni sempre più accurate. A questo punto, se al vostro polso c’è allacciato un Amazfit, non potete far altro che offrire una birra a Nicola Sagliano attraverso PayPal, davvero un gesto più che doveroso! Chi invece volesse acquistarlo può approfittare delle numerose offerte proposte sullo store  GearBest, dove il suo prezzo di listino si aggira intorno ai 115€– comprensivo di spedizione.

Amazfit Pace

 

Rilasciata AmazIT 1.2.15h, la prima ROM italiana per Amazfit Sport Watch
4 (80%) 1 vote