AOWO DX19

Quando l’ibrido conviene, ecco lo smartwatch AOWO DX18

Da sempre il mercato consumer cinese si è saputo distinguere per la sua grande produzione, soprattutto in termini quantitativi. Seguendo la moda e i nuovi orientamenti del mercato, fanno sempre più spesso capolino sugli scaffali virtuali i modelli ibridi, come questo nuovo AOWO DX18. Scopriamo di cosa si tratta.

E’ stata individuata come una delle migliori soluzioni in ambito smartwatch, soprattutto perché avvicina gli amanti degli orologi più classici (grazie alle lancette analogiche) al mondo tutto nuovo degli assistenti indossabili. In realtà gli smartwatch ibridi offrono anche altri vantaggi, come appunto una lettura sempre facile e veloce dell’orario, una grande autonomia e la resistenza alle immersioni in acqua. Tutte caratteristiche presenti anche in questo AOWO DX18 che presenta anche svantaggi, soprattutto per chi è abituato a utilizzare lo smartwatch per la gestione delle notifiche o per qualche app particolare.

Ma se le vostre aspettative sono quelle di avere un dispositivo che vi sappia avvisare all’arrivo di una chiamata o di una notifica(con la vibrazione, finalmente), che vi permetta di avere l’orario sempre in vista e che vi tenga lontano dal caricabatteria, questo è l’oggetto giusto da comprare. Esteticamente poi non si presenta affatto male, con il corpo dell’orologio costruito interamente in metallo e ben quattro tasti fisici oltre la classica ghiera per la regolazione dell’ora. Due colorazioni disponibili per la cassa (nero e argento) mentre i cinturini sono in silicone con un’ unica variante in metallo e maglia milanese. In ogni caso sono intercambiabili e con una misura da 22 mm., per cui decisamente standard. Interessante il quadrante che ospita, oltre alle lancette analogiche, un pannello LCD dove trovano posto tante informazioni legate alle attività giornaliere (passi, calorie e distanza) e una corona di piccole icone che ci notificano le info in arrivo dal telefono.

Una particolarità di questo modello è senz’altro quella di allogiare una batteria al litio da 290mAh in grado di alimentare l’orologio per 12 mesi anche se non è chiaro come possa avvenire la ricarica vista l’assenza di contatti. In ogni caso l’azienda, contattata in proposito, ha confermato la presenza della batteria ricaricabile.

Purtroppo mancano dettagli relativi alla app di interfaccia da installare sullo smartphone, potrebbe trattarsi di Fundo Wear che però non ha mai brillato in termini di funzionalità ed esperienza d’uso ma al momento non è un dato certo. In ogni caso si tratta di uno smartwatch semplice con un costo decisamente abbordabile. Bastano infatti 25€ per farselo inviare, direttamente dallo store di GearBest e potrebbe essere un acquisto interessante per chi vuole avvicinarsi con “discrezione” al mondo smartwatch.

The App Store is not recognized. 🙁