Qualcomm annuncia l’uscita del nuovo chip per smartwatch WearOS

It’s Time! titola Qualcomm ed effettivamente è davvero ora che un nuovo SoC sostituisca l’ormai anziano Wear 2100 nato nel lontano 2016. Il primo a utilizzarlo sarà proprio il Pixel Watch di Google?

Il Wear 2100 sostituiva a sua volta il vecchio Snapdragon 400 che era nato per tutt’altra generazione di dispositivi e in ogni caso – anche il 2100 – poggiava le sua fondamenta su un’architettura pensata per una tipologia completamente diversa di devices. Non sarà, pare, la stessa cosa per questo nuovo chipset che verrà sviluppato totalmente ex novo e pensato soprattutto per ottimizzare il consumo della batteria, nota dolente di tutti i WearOS.

Nessuno si nasconde dietro a un dito e chiaramente uno dei motivi più solidi che spinge le persone a non acquistare un device con a bordo WearOS è appunto il sistema stesso, ancora acerbo (nonostante gli anni) e al quale manca quel qualcosa per poter diventare un riferimento certo nel mondo degli indossabili. Il secondo  motivo è evidentemente la batteria che, al momento e senza nessuna eccezione, non è in grado di assicurare un’autonomia che vada oltre i due giorni.

Per cui molto ci sia aspetta da questo nuovo SoC di Qualcomm che verrà presentato il 10 Settembre prossimo venturo e anticipato da un invito sul quale campeggia la frase “It’s Time!”. Sicuramente un buon auspicio, aspettiamo di saperne di più e di conoscere di quale reale sostanza sarà fatto questo nuovo prodotto Qualcomm.