wear os

Aggiornamento WearOS, solo 5 smartwatch ne saranno esclusi

Google sta per rilasciare – sarà un lungo roll out – l’aggiornamento WearOS per quasi tutti gli smartwatch che a bordo hanno già Android Wear. Solo 5 i modelli esclusi.
In realtà mi sarei aspettato qualche esclusione più importante e qualche vittima illustre, ormai schiacciata dal peso degli anni. Invece il nuovo sistema per indossabili di Google verrà ospitato su praticamente tutti i dispositivi smart che sono in circolazione.

La lista, fortunatamente breve, contempla modelli che effettivamente possiamo ormai dichiarare a fine vita

  • LG G Watch
  • Samsung Gear Live
  • Moto 360 (2014)
  • Sony Smartwatch 3
  • Asus ZenWatch (v1)

Ma in cosa esattamente cambierà il sistema operativo figlio di Android? Cambierà molto, in realtà. Intanto saranno riviste e aggiornate tutte le gesture che diventano uno dei sistemi di interfaccia utente-OS più immediati. Per esempio lo swipe verso il basso ci introdurrà ai Quick Settings dove potremo utilizzare funzioni come Google Pay – non ancora attivo in Italia – e la più classica funzione “Trova il mio telefono“.

wear os

Facendo uno swipe verso l’alto accederemo invece alle notifiche, in una lista ordinata persingola notifica. Facendo un tap su una di queste potremo accedere alle azioni relative alla notifica stessa (rispondi, elimina, archivia…), rispondere con un smart replay – con azioni già definite – o scartarla.

Lo swipe a destra attiverà Google Assistant che logicamente si comportarà in maniera diversa a seconda del modello (presenza di speaker o meno). Assistant avrà un comportamento più dinamico, presentandoci viste personalizzate in base alle nostre attività previste, agli impegni o altro e grazie alle nuove funzionalità proattive ci potrà anche fornire suggerimenti o indicazioni più mirate.

wear os

Lo swipe a sinistra ci aprirà la vista su Google Fit e su tutte le sue sttaistiche relative alle attività giornaliere rilevate dall’orologio. Non aspettatevi a questo punto un roll out immediato. Inizierà il prossimo mese e verrà distribuito in base al modello di smartwatch posseduto, al paese e a altre variabili. Pazientate, arriverà comunque a tutti.