Amazfit Bip 2

Amazfit Bip 2 non nascerà il 17 Settembre, prepariamoci a Amazfit X

Si fa molto parlare dell’evento di Amazfit previsto per il giorno 17 Settembre. L’attesa che rischia di andare disillusa è quella per il seguito di AmazFit Bip. Probabilmente il modello che verrà presentato non sarà la seconda versione del piccolo sportwatch.Amazfit è nata solo tre anni fa e anzi il giorno 17 festeggerà la felice ricorrenza. Nel suo questo breve – ma intenso – percorso si è resa protagonista di un mercato, quello degli indossabili, sempre più aguerrito. Lo ha fatto grazie a una visione e a una filosofia che hanno saputo realizzarsi attraverso i dispositivi prodotti.

Amazfit Bip 2

Ricordo bene la prima impressione che ho avuto osservando il nuovo Amazfit Pace. Uno smartwatch diverso dagli altri, come concezione innazitutto. Tra i primi ad essere dotato di GPS, con un display adatto all’uso esterno e sempre acceso e finalmente un’autonomia degna di questo nome. Si sono poi susseguite alcune smartband, molto interessanti come la Amazfit Cor (qui la recensione) e l’ottima Amazfit Health , purtroppo destinata solo al mercato cinese.

Leggi anche: Amazfit Bip, la recensione

L’avvento di Amazfit Bip ha ulteriormente aiutato il piccolo brand – piccolo ma nell’orbita di Xiaomi – ad affermarsi ancora di più. Essenziale, con GPS e un’autonomia  pazzesca, ha incontrato decisamente i favori del pubblico.

Amazfit Bip 2

Arriviamo a oggi e alla data del 17 Settembre, giorno di presentazione di un nuovo indossabile che, per conto mio, non sarà l’atteso Amazfit Bip 2. Le indiscrezioni che sono trapelate fino ad adesso, non ultime quelle del CEO di Huami, Huang Wang che ha dissuso alcune caratteristiche. Prima fra tutte la modalità di rilevamento del battito cardiaco, su tutte le 24 ore, con la possibilità di mostrare avvisi relativi alla salute e allo stato del cuore. Verranno lette anche situazioni di aritmia e fibrillazione atriale, grazie alla nuova dotazione di sensori.

Amazfit Bip 2

Poi è stata condivisa la probabile confezione di vendita e alcuni bozzetti che ritraggono un dispositivo rotondo e con supporto a servizi vocali, vista la presenza del microfono. Da ultimo è stato diffuso il prezzo che – sembra- sarà vicino ai 200€. Considerato il costo del primo Bip (circa 50€) difficile immaginare un salto simile per il suo seguito.

Nessuno ci impedisce di immaginare che nella stessa giornata verranno presentati più dispositivi, ma le indiscrezioni si fermano qui. Sapremo presto se Amazfit (o meglio Huami) è stata brava a mantenere il riserbo sul nuovo Bip oppure no, manca solo qualche giorno…